Sezione salto blocchi

Camera di Commercio Gran Sasso d'Italia

Autoriparazione

PROROGATO AL 4 GENNAIO 2023 IL TERMINE PER LA REGOLARIZZAZIONE E ABILITAZIONE PER L’ATTIVIT└ DI MECCATRONICA

 

La Legge di Bilancio 2018 -articolo 1, comma 1132 lettera d-, modificando l'articolo 3 comma 2 della legge 224/2012, ha prorogato di altri 5 anni  e, quindi, fino al 4 gennaio 2023 il termine per l'adeguamento dei requisiti richiesti dalla norma per l'esercizio dell'attivitÓ di meccatronica.
Da ci˛ consegue che le imprese di autoriparazione che risultano ancora abilitate alle sole sezioni meccanica-motoristica oppure elettrauto, possono regolarizzare la propria posizione entro il 4 gennaio 2023, presentando apposita domanda per l'ampliamento della propria attivitÓ alla meccatronica e adeguando i requisiti richiesti dalla norma per l'esercizio di questa attivitÓ.

I responsabili tecnici delle imprese iscritte al 5 gennaio 2013 possono riqualificarsi per la sezione MECCATRONICA mediante la frequenza con esito positivo del corso professionale, relativo all'abilitazione non posseduta.

 

Non sarÓ pi¨ possibile presentare documentazione (per es. fatture) a dimostrazione dell'esercizio dell'attivitÓ riferita alla sezione mancante.

 

Le imprese che intendono avviare nuove officine dovranno avvalersi di un responsabile tecnico abilitato per la sezione MECCATRONICA, non sarÓ pi¨ possibile avviare un'attivitÓ per una sola delle sezioni "meccanica-motoristica" o "elettrauto".

 

ESTENSIONE DELLE ABILITAZIONI AGLI ALTRI SETTORI

 

Le imprese iscritte nel registro delle imprese alla data del 5 gennaio 2013 e abilitate ad uno o due dei settori dell’autoriparazione (meccatronica – carrozzeria – gommista) possono estendere, entro il 4 gennaio 2023, l’abilitazione della/e persona/e preposta/e alla gestione tecnica alla restante o restanti settori dell’attivitÓ di autoriparazione con la sola frequenza, con esito positivo, dei corsi tecnico-pratici istituiti dalla Regione senza dover dimostrare l’esercizio dell’attivitÓ di autoriparazione come operaio qualificato alle dipendenze di imprese, giÓ operanti nel/i settore/i non posseduto/i, per almeno un anno nell’arco degli ultimi cinque.

 

I corsi saranno attivati dalle Regioni e Province Autonome di Trento e Bolzano, previa definizione di un “nuovo standard formativo” secondo un “nuovo accordo” stipulato in sede di Conferenza Stato – Regioni.

 

Conversione d'ufficio alla sezione "Meccatronica"La Legge n. 224 del 11/12/2012, rubricata “Modifica all’articolo 1 della legge 5 febbraio 1992, n. 122, concernente la disciplina dell’attivitÓ di autoriparazione”, in vigore dal 5 gennaio 2013, ha istituito la nuova sezione “meccatronica”, che accorpa le precedenti sezioni “meccanica-motoristica” ed “elettrauto” ponendo in capo alle aziende di autoriparazione in possesso di uno solo dei due requisiti (meccanica-motoristica o elettrauto) l’obbligo di regolarizzare la propria posizione entro cinque anni dall’entrata in vigore e, quindi, entro il prossimo 4 gennaio 2018.

Al riguardo questa Camera di Commercio, in applicazione della suddetta normativa sta provvedendo ad abilitare d’ufficio le imprese che alla data del 05/01/2013 erano giÓ iscritte nel Registro delle Imprese e regolarmente abilitate sia per l’attivitÓ di “Meccanica e Motoristica” che per quella di “Elettrauto”.

Entro il 05/01/2018, le imprese di autoriparazione abilitate solo ad una delle due citate sezioni (“Meccanica e Motoristica” ovvero “Elettrauto”), per regolarizzare la propria posizione al Registro delle Imprese, dovranno richiedere l’abilitazione alla “Meccatronica” e, limitatamente all’abilitazione non posseduta, dovranno comunicare un valido requisito tecnico professionale del proprio preposto ovvero dimostrare che lo stesso abbia frequentato, con esito positivo, il previsto corso di formazione integrativo per l’attivitÓ di “meccatronica”.

Alla data del 05.01.2018, scadenza del periodo transitorio, le imprese che non avessero proceduto alla regolarizzazione non potranno continuare nell’esercizio delle sole attivitÓ di “meccanica-motoristica” e “elettrauto”.

Unica deroga prevista Ŕ quella per le aziende il cui responsabile tecnico (nato entro il 05.01.1958) aveva giÓ compiuto 55 anni alla data dell’entrata in vigore della legge. Queste aziende possono proseguire nella loro attivitÓ anche senza procedere alla regolarizzazione fino al conseguimento dell’etÓ prevista per la pensione di vecchiaia ma i responsabili tecnici non possono trasferire i requisiti abilitanti all’esercizio della meccatronica ai propri collaboratori.

 

ATTENZIONE

Con la pubblicazione del D.Lgs. 25/11/2016 n. 222, recante "Individuazione di procedimenti oggetto di autorizzazione, segnalazione certificata di inizio di attivitÓ (SCIA), silenzio assenso e comunicazione e di definizione dei regimi amministrativi applicabili a determinate attivitÓ e procedimenti, ai sensi dell'art. 5 della L. 07/08/2015, n. 124", entrato in vigore  l’ 11/12/2016 sono entrate in vigore nuove disposizioni che riguardano, tra le altre, anche l'esercizio dell'attivitÓ di autoriparazione.

 

L'AVVIO DELL'ATTIVIT└ DI AUTORIPARAZIONE ╚ SOGGETTA PERTANTO A SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVIT└ - SCIA UNICA - DA PRESENTARE ALLO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVIT└ PRODUTTIVE DEL COMUNE IN CUI L'ATTIVIT└ HA LUOGO www.impresainungiorno.gov.it

IL SUAP TRASMETTER└ LA COMUNICAZIONE ALLA CCIAA COMPETENTE PER TERRITORIO.

AUTORIPARAZIONE

 

Tutte le imprese che intendono svolgere attivitÓ di manutenzione e di riparazione dei veicoli e dei complessi di veicoli a motore, ivi compresi ciclomotori, macchine agricole, rimorchi e carrelli, adibiti al trasporto su strada di persone e di cose (Legge 122/92).

Rientrano nell'attivitÓ di autoriparazione tutti gli interventi di sostituzione, modificazione e ripristino di qualsiasi componente, anche particolare, dei veicoli e dei complessi di veicoli a motore, nonchÚ l'installazione, sugli stessi veicoli e complessi di veicoli a motore, di impianti e componenti fissi.

Non rientrano nell'attivitÓ di autoriparazione le attivitÓ di lavaggio, di rifornimento di carburante, di sostituzione del filtro dell'aria, del filtro dell'olio lubrificante e di altri liquidi lubrificanti o di raffreddamento.

L'attivitÓ di autoriparazione si distingue nelle attivitÓ di:
a) meccatronica;
b) carrozzeria;
c) gommista.

La nuova attivitÓ di meccatronica
La Legge 224/2012 (entrata in vigore il 5 gennaio 2013) ha modificato la L. 122/1992, creando una nuova attivitÓ - meccatronica - che va a sostituire le attivitÓ di “meccanica e motoristica” ed “elettrauto”.
Le imprese che, alla data del 05/01/2013, sono abilitate sia alle attivitÓ di meccanica e motoristica sia a quella di elettrauto, sono abilitate di diritto allo svolgimento della nuova attivitÓ di meccatronica.
Le imprese che alla data 05/01/2013 sono abilitate alle attivitÓ di meccanica e motoristica o a quella di elettrauto, possono proseguire le rispettive attivitÓ per i cinque anni successivi al 05/01/2013.
Entro i suddetti 5 anni, le persone preposte alla gestione tecnica, qualora non siano in possesso di almeno uno dei requisiti tecnico-professionali previsti dalle lettere a) e c) del c. 2 dell'art. 7 della L. 122/1992 , devono frequentare con esito positivo il corso professionale di cui alla lettera b) del medesimo c. 2 della L. 122/1992, limitatamente alle discipline relative all'abilitazione professionale non posseduta.
Qualora il preposto alla gestione tecnica abbia compiuto 55 anni alla data del 05/01/2013, pu˛ proseguire l’attivitÓ fino al conseguimento della pensione di vecchiaia.

Data di ultimo aggiornamento: 07-04-2022